Dott. Giuliano Franzan

Vai ai contenuti

Menu principale:


Bene, siamo nati per amare. Per amare noi stessi, i nostri cari, i nostri amici, il nostro lavoro etc. 
Ho amato Leo, lo scrittore, ed ho sempre trovato nei suoi testi un valido appoggio, per ogni situazione difficile della vita. 
Ogni volta che prendo un autobus, un aereo, che mi trovo in una sala d'attesa e la persona a fianco a me vuol fare conversazione, sorrido e do retta. Questo era uno degli insegnamenti di Leo. Bisogna ascoltare le persone, bisogna parlare con loro. Non costa niente e ci rende migliori. E nella vita... Bisogna sempre correre dei rischi, perchè chi non rischia nulla, non è nulla.

La funzione educativa del padre
Negli ultimi anni vari autori hanno considerato con molta attenzione l’importanza della funzione educativa del padre nella crescita educativa del figlio. Essi hanno cominciato ad elaborare una concezione multidimensionale del genitore, secondo la quale egli è capace d’intrecciare rapporti interpersonali sommamente fruttuosi per il divenire sano e armonico della prole. Siffatta posizione socio-psico-pedagogica ha oltremodo giovato nel campo del comune sentire ed è ormai patrimonio comune l’idea che il bambino, per poter sviluppare tutti gli aspetti della sua personalità, ha bisogno di crescere anche “all’insegna del padre”. La relazione del padre con il figlio, insomma, va ben oltre ai processi d’identificazione e di tipizzazione sessuale del minore. Interessa infatti tutto il soggetto in età evolutiva: dall’adattamento personale a quello sociale, dallo sviluppo cognitivo a quello morale.


sede a Mestre - Inizio 10 novembre 2018


Seconda attivazione, per l'anno accademico 2017-2018, del Master universitario di primo livello in "Psicologia architettonica e del paesaggio".
Si tratta di un Master interateneo tra l'Università degli Studi di Padova (sede amministrativa) e l'Università IUAV di Venezia, in convenzione con il CIRPA (Centro Interuniversitario di Ricerca in Psicologia Ambientale) della Sapienza - Università di Roma, aperto a laureati in psicologia, architettura, ingegneria, beni culturali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu