Dott. Giuliano Franzan

Vai ai contenuti

Menu principale:

Georg Røed ha quindici anni e conduce una vita tranquilla, come la maggior parte dei suoi coetanei. Ma un giorno trova una lettera che suo padre gli aveva scritto prima di morire e che aveva poi nascosto, affinché il figlio la potesse trovare una volta grande. In questa lettera il padre, Jan Olav, racconta la storia della "ragazza delle arance", una giovane con un sacchetto di arance incontrata un giorno per caso su un tram di Oslo e subito persa. Per Jan è un colpo di fulmine. Georg si appassiona a questo racconto, che si accorge riguardarlo molto da vicino e che pian piano gli svela ciò che è accaduto prima della sua nascita; un racconto attraverso il quale la voce del padre lo raggiunge da lontano facendolo riflettere sul senso della vita. 
Adolescenti 2.0
“Gli adolescenti di oggi non sono più quelli di una volta”. Quante volte abbiamo sentito questa frase? E’ realistica oppure no?
Numerose ricerche sostengono che il periodo adolescenziale stia subendo dei mutamenti, sia per quanto riguarda la durata sia per quelle che sono le dinamiche intrinseche a questa fase della vita. L’adolescenza sta diventando una fase sempre più lunga. Lo sviluppo puberale si sta anticipando, soprattutto nelle ragazze, portandole prima a porsi numerose (o innumerevoli?!) domande su cosa significhi essere adulti. D’altro canto si sta iniziando a considerare la fine di questa fase verso i 30 anni.


sede a Mestre - Inizio 10 novembre 2018
 
Torna ai contenuti | Torna al menu